Recensione: Boy Erased - Vite Cancellate


Titolo: Boy Erased - Vite Cancellate
Autore: Conley Garrard
Genere: Biografia 
Editore: Edizioni Black Coffee
Pagine: 336
Goodreads: 🌟🌟🌟🌟🌟/5
Recensione di: Uno Come Tanti (Matteo Bocchiola)


Sinossi


A diciannove anni Garrard, figlio di un pastore battista e devoto membro della vita religiosa di una piccola città dell'Arkansas, è costretto a confessare ai genitori la propria omosessualità. La loro reazione lo mette di fronte a una scelta che gli cambierà la vita: perdere la famiglia, gli amici e il Dio che ama sin dalla nascita oppure sottoporsi a una terapia di riorientamento sessuale, o terapia riparativa, per «curarsi» dall'omosessualità, un programma in dodici passi da cui dovrebbe riemergere eterosessuale, ex-gay, purificato dagli empi istinti che lo animano e ritemprato nella fede in Dio attraverso lo scampato pericolo del peccato. Quello di Garrard è un viaggio lungo e doloroso grazie al quale, tuttavia, trova la forza e la consapevolezza necessarie per affermare la sua vera natura e conquistarsi il perdono di cui ha bisogno. Affrontando a viso aperto il suo passato sepolto e il peso di una vita vissuta nell'ombra, in questo memoir l'autore esamina il complesso rapporto che lega famiglia, religione e comunità. Straziante e insieme liberatorio, Boy Erased è un'ode all'amore che sopravvive nonostante tutto.


Recensione


Garrad Conley, autore e protagonista di questo importante memoir, ripercorre il periodo della propria vita in cui si è sottoposto al processo di terapia riparativa, per cercare di guarire dall'omosessualità.

Nato e cresciuto in Arkansas e introdotto nella comunità di fede battista di cui il padre è predicatore, Jared - alter ego e pseudonimo di Garrad - viene iscritto, in seguito al suo coming out, al programma di conversione ideato da Love in Action, un'organizzazione fondamentalista cristiana che offre servizi terapici di riorientamento sessuale.

LIA, diretto da John Smid, si presenta come un luogo di annullamento, in cui non è permesso leggere materiale non approvato dal personale, ascoltare musica non consona o portare qualcosa di diverso dal manuale e dalla Bibbia; non è consentito nessun contatto fisico, al di fuori della stretta di mano.
Il primo passo necessario per cambiare è eliminare le "false immagini", ossia disfarsi di tutto ciò che non è consentito avere, e questo include la Moleskine di Jared, sua ancora di salvezza, contenente citazioni letterarie e racconti.
Ma cosa è avvenuto prima del coming out?
Jared aveva una madre casalinga e un padre devoto alla religione, una fidanzata, Chloe, con cui non è mai andato oltre il bacio, una fede salda, talmente solita da invocare l'aiuto divino per reprimere la propria natura. Salda sì, ma Jared si sente rifiutato proprio per la condizione con cui si ritrova a dover fare i conti.
All'università, tuttavia, ogni cosa verrà allo scoperto e, a causa di una chiamata improvvisa, imprevista e inaspettata, Jared sarà costretto a confessare il suo "peccato", inducendo i genitori a "rimediare" a quanto ammesso. La loro reazione è talmente condizionata dal contesto socio-culturale da obbligarlo a decidere tra perdere tutto ciò che è stato, è e sarà e sottoporsi alla terapia di riorientamento sessuale. Jared si ritroverà costretto a confrontarsi col dolore provato e la delusione inferta, fino al punto di scoprire una consapevolezza nuova, necessaria ad affrontare ciò che la vita gli riserverà.

Garrad porta il peso dell'intolleranza altrui sulle proprie spalle, dolore che lo ha segnato nel profondo e che emerge dal suo sguardo (pochi occhi lasciano trasparire le emozioni con una tale intensità).
In Boy Erased - Vite Cancellate, l'autore racconta la via storia negli anni più duri della propria vita, cercando, in questo modo, di affrontare e vincere i demoni che lo hanno segnato e distrutto, senza, tuttavia, fermarlo o costringerlo alla resa. Il dolore è presente in ciascuna parola del romanzo, dall'inizio dello stesso al suo epilogo. Per quanto Garrad abbia espresso la propria visione degli anni trascorsi, ha voluto tralasciare alcuni dettagli, soffermandosi su altri aspetti che, per quanto dolorosi, non possiedono la stessa intensità di quelli non narrati.
Che sia ancora in atto la completa esorcizzazione dei demoni che lo perseguitano? Io ne sono convinto e, ritornando al discorso di prima, è possibile intravederlo nel suo sguardo, desideroso di vita ma, allo stesso tempo, intimorito, così come nel suo sorriso sincero e spontaneo.

Quest'opera pone a ciascun lettore spunti riflessivi su un argomento molto discusso e che presenta differenti punti di vista; le sue parole, toccanti e mai accusatorie, si presentano in maniera delicata sulla pagina e violenta nella mente.

Parole mirate, a volte dai toni pesanti da digerire, esattamente come l'esperienza vissuta dall'autore. Discorsi lineari, salti temporali, vite annullate. Come si sopravvive a questo destino? Non ci viene presentata una vera e propria narrazione degli avvenimenti, quanto una guida al percorso riflessivo, di crescita e di acquisizione della consapevolezza di sé, che segna totalmente il puro animo del nostro protagonista e autore.

Per quanto riguarda la mia considerazione personale, sia Garrad che il suo romanzo si sono fatti strada nella vita e si sono cuciti alla mia anima, tanto da trascorrere diverso tempo, anche dopo la lettura dell'opera, a riflettere su quanto accaduto e provato.
Non credo sia una lettura adatta a tutti, devo essere sincero. Alcuni potrebbero trovarla pesante, altri noiosa, altri ancora indelebile e vitale, proprio come è successo a me.

Da questo romanzo è stata tratta e realizzata una trasposizione cinematografica


Immagini recuperate da: https://www.prhspeakers.com/speaker/garrard-conley e https://www.mymovies.it/film/2018/boy-erased/.

Nessun commento:

Posta un commento

Intervista: Unbroken

Buongiorno lettrici e lettori, sono lieto di annunciarvi che oggi avremo l'onore di intervistare Giorgia , alias Unbroken (vi lascio...